Auguri

Care amiche e amici, socie e soci della Sisec,

Le festività di fine anno sono sempre occasione per guardarsi indietro e valutare l’anno trascorso. Nel nostro caso, inoltre, si tratta anche del primo anno di attività del Direttivo che avete votato a Torino e che ho l’onore di presiedere. Ma è chiaro che lo sguardo indietro su questo 2020 non può che essere, in prima istanza, uno sguardo doloroso, al dramma della pandemia e alle persone care che abbiamo perso. Anche la nostra comunità scientifica, per quanto piccola, non è stata risparmiata dalla pandemia: molte e molti si sono ammalati, altri hanno perso affetti e amicizie. Alcuni sono morti: penso a Gianluigi Bulsei, ma sicuramente dimentico qualcuno.

Per il nuovo Direttivo non è stato semplice. La prima riunione si sarebbe dovuta svolgere a Milano a fine febbraio, proprio nei giorni in cui si preparava il lockdown nazionale. Nessuno avrebbe detto che dopo 10 mesi saremmo stati ancora nel pieno della pandemia e che avremmo dovuto spostare il convegno annuale dall’inverno all’estate, rinviandolo di sei mesi. Né che le modalità del nostro lavoro sarebbero cambiate così drasticamente, con la scomparsa del rapporto in presenza con studentesse, studenti, colleghe e colleghi, dei viaggi, dei convegni, e che le nostre giornate di studiose e studiosi si sarebbero svolte al computer nelle nostre abitazioni.

Con tutto questo, non siamo stati fermi. Abbiamo pianificato convegni e scuole per l’intero triennio del nostro mandato. Abbiamo dato vita ad un ciclo di webinar che ha riscosso ampio interesse e che proseguirà con il nuovo anno. Abbiamo organizzato una scuola di metodi per dottorande e dottorandi, in sostituzione del consueto appuntamento settembrino. Abbiamo avviato l’organizzazione del convegno di Catania, che ci auguriamo possa vederci tutte e tutti presenti senza timori e precauzioni. Abbiamo avviato un’iniziativa per il Sud con un incontro molto partecipato e costruttivo, da cui stanno nascendo iniziative importanti. Abbiamo commemorato Nicola Negri, che fu presidente dell’Ais-Elo da cui la Sisec è nata. Abbiamo proseguito la costruzione della nostra memoria storica realizzando e pubblicando sul website due interviste ad altrettante colleghe e maestre, Rita Palidda e Ida Regalia. Abbiamo svolto un lavoro intenso, pur nelle difficoltà, che ci ha inseriti appieno nel dibattito e nelle iniziative istituzionali e inter-associative delle scienze sociali e politiche italiane, e su questo terreno abbiamo contribuito ad ottenere risultati che vanno nella direzione di un profondo rinnovamento delle modalità con cui questo ambito ha fino ad ora funzionato.

Ma la cosa che conta di più è che abbiamo lavorato a rinforzare le reti che legano gli individui che fanno parte della nostra comunità, con un Direttivo coeso ed entusiasta capace di coinvolgere nelle attività dell’Associazione molti altri tra colleghe e colleghi, sia sociologi economici che di altre discipline.

Con tutto il dolore legato a questo terribile 2020, il nostro sguardo all’indietro coglie lampi di luce e di energia, che ci fanno nutrire speranza per l’anno a venire. Con questo pensiero, rivolto in avanti, esprimo a tutte e tutti voi, a nome del Direttivo Sisec, i più sinceri auguri di buone feste e buon anno nuovo.

A presto

Gabriele Ballarino

 

Posted in Senso News, SISEC News.