VI Convegno SISEC 2022 – Bologna

IL LAVORO DELLA TRANSIZIONE.

Tecnologia, politiche ed ecologia del lavoro nel XXI secolo

CALL FOR SESSIONS

La SISEC (Società Italiana di Sociologia Economica) terrà il suo sesto convegno presso Alma Mater Studiorum –  Università di Bologna , dall’8 all’11 giugno 2022.  Filo conduttore del convegno sarà il lavoro, uno dei temi centrali della sociologia sin dalle sue origini. Il convegno propone alle sociologhe e ai sociologi dell’economia, e non solo a loro, di riflettere sul lavoro e le sue trasformazioni nelle società contemporanee, considerando i processi in cui esso è sia variabile indipendente che dipendente.

Il tema della transizione è al centro del dibattito pubblico e si lega ad un arco ampio di questioni. La pervasività e l’intensità con cui la tecnologia modifica la vita quotidiana e innerva reti infrastrutturali indispensabili a tutti i cittadini per accedere a beni e servizi; il mutamento climatico e l’evidenza di una crisi ecologica che deve essere affrontata in modo sostanziale unitamente ad altre profonde trasformazioni della biosfera; la fluidità delle carriere lavorative, i limiti e le potenzialità delle politiche nel trattare questi problemi. Il convegno intende affrontare queste ed altre transizioni in relazione al lavoro come fattore che per tutte riveste un ruolo cruciale.

Le domande che ci poniamo sono dunque: quale lavoro, per quale transizione? Come si configura il rapporto tra lavoro e transizioni? Quali direzioni prendono i mutamenti del lavoro? Quali i campi di tensione che in questo rapporto si generano? Il convegno  invita a proporre analisi delle modalità con cui il lavoro che c’è, o che manca, crea vincoli e opportunità nei processi di transizione; delle politiche pubbliche e delle attività sociali che modificano o riproducono queste modalità; dei ruoli dei diversi attori sociali e istituzionali in queste trasformazioni; delle concezioni e delle visioni del lavoro, in termini di organizzazione, contenuti, finalità, relazioni con altre sfere sociali, da cui emergono interpretazioni diverse, e anche contrapposte, dei processi di transizione. Invita, inoltre, a cogliere i sintomi e le trasformazioni che nel lavoro esistente emergono in relazione a questi processi.

Lo spettro di analisi è quindi ampio, può fare riferimento tanto allo scenario italiano quanto a quello globale, e può attingere anche al confronto storico, a partire dalla consapevolezza che la transizione e il mutamento sono una costante evolutiva delle società moderne.

Accanto a questo tema centrale, a cui saranno dedicate le sessioni plenarie, la call for sessions invita a proporre sessioni in cui vengano presentati le ricerche e le riflessioni delle sociologhe e dei sociologi economici, del lavoro e dell’organizzazione italiani e non, e di tutti gli studiosi di discipline vicine alla nostra: oltre alle altre sociologie, economia, urbanistica, demografia, storia economica e sociale, diritto applicato, antropologia, psicologia sociale, urbanistica e così via.

E’ importante che chi sottomette una proposta lo faccia considerando sia la rilevanza analitica del tema, sia la disponibilità di studiose e studiosi attualmente impegnati sul tema e interessati a partecipare al convegno. Saranno quindi privilegiati temi ampi e potenzialmente in grado di raccogliere al proprio interno numerosi contributi specifici.

Le proposte, corredate da un breve abstract di circa 2.000 battute e dal nome del coordinatore/trice (o dei coordinatori) vanno inviate entro il 28 Novembre 2021 all’indirizzo mail: segreteria.sisec@gmail.com. Seguirà la selezione delle proposte e il successivo call for papers con inizio il 15 dicembre 2021.

Per scaricare il file in PDF: Call for session SISEC 2022

Posted in Convegni SISEC, Senso News, SISEC News.