Regolamento del Premio Sisec-Giovani Ricercatori per il miglior articolo pubblicato

La Sisec annuncia il bando del “Premio Sisec-Giovani Ricercatori” per il miglior articolo scritto da giovani.

Sono ammessi a partecipare laureati (in qualsiasi ambito disciplinare); dottorandi (in scienze sociali); borsisti; assegnisti di ricerca; borsisti post-dottorato; Ricercatori ex legge “Moratti”; Ricercatori a TD di tipo A; Ricercatori a TD di tipo B, operanti in Università o Enti di ricerca Italiani o Esteri, che abbiano conseguito il titolo (laurea o dottorato) da non oltre 8 anni, iscritti o non iscritti Sisec.

Il premio, istituito per valorizzare il lavoro scientifico dei giovani ricercatori in Scienze Sociali, è finanziato dalla SISEC ma è prevista la possibilità che i dipartimenti e gli enti di ricerca disponibili possano contribuire al finanziamento del premio.[1]

Ogni anno, al Premio Sisec-Giovani Ricercatori, potranno essere sottoposti articoli pubblicati o ufficialmente accettati per la pubblicazione su rivista ISI-WOS o Scopus, nell’anno in corso e in quello precedente. Il Premio Sisec-Giovani Ricercatori prende avvio dal 2022, per il quale potranno essere sottoposti articoli pubblicati negli anni 2021 e 2022.

Saranno ammessi articoli individuali o a più autori (i coautori potendo superare il limite di tempo dal conseguimento del titolo) a condizione che il main author sia chiaramente identificabile nel pezzo e comunque sia colui/colei che applica per il Premio.

L’articolo dovrà essere sottomesso a cura del main author, inviandolo all’indirizzo: segreteria.sisec@gmail.com  entro e non oltre il 30 marzo 2022. I partecipanti al premio dovranno inoltre compilare il form di iscrizione.

La proclamazione del vincitore avverrà durante il Convegno Annuale SISEC 2022, che si terrà a Bologna dal 8 al 12 giugno.

Saranno preferiti articoli di ricerca empirica teoricamente fondata, sia di taglio qualitativo che quantitativo, nell’ottica di assicurare l’inclusività e la molteplicità degli approcci di Scienza Sociale. Non saranno invece ammessi alle selezioni articoli meramente compilativi e/o di mera rassegna di letteratura, privi di contributo originale, ad insindacabile giudizio della Commissione di Selezione.

La Commissione di Selezione, che resta in carica quanto il direttivo Sisec, è così composta:

  1. Gabriele Ballarino, Università di Milano, presidente SISEC;
  2. Paolo Barbieri, Università di Trento;
  3. Fabrizio Bernardi, European University Institute;
  4. Laura Bernardi, Università di Losanna (TBC);
  5. Paola De Vivo, Vice Presidente Sisec, Università degli Studi di Napoli Federico II;
  6. Guglielmo Meardi, Scuola Normale Superiore, Firenze;
  7. Valeria Pulignano, Università di Lovanio;
  8. Heike Solga, WZB Berlin Social Science Center and Free University Berlin;
  9. Roberto Pedersini, Università di Milano.

Ciascun membro della commissione di selezione indica 1 SOLO ARTICOLO a suo giudizio meritevole, così da pervenire ad una prima shortlist di (massimo) 9 articoli. Dopodiché, la Commissione di selezione valuterà gli articoli shortlistati sulla base dei seguenti criteri (applicando per ogni criterio una scala 1-5 dove 1 è nullo e 5 massimo):[2]

  • Focus su problemi di ricerca sostantivamente rilevanti per lo sviluppo delle scienze sociali;
  • Utilizzo rigoroso della teoria sociale;
  • Significativo contributo allo sviluppo della teoria sociale;
  • Utilizzo rigoroso di metodi di ricerca avanzati e complessiva qualità dell’analisi proposta;
  • Qualità dei dati e del materiale empirico utilizzato.

Sulla base del punteggio medio complessivo ricevuto da ciascun articolo, verrà indicato il vincitore. Solo nell’eventualità di parità fra due o più articoli, la Commissione potrà (dopo aver rivalutato gli articoli in posizione di parità) indicare un vincitore e un secondo classificato.

La Commissione provvederà a comunicare la lista degli articoli selezionati e il nome del vincitore al direttivo Sisec, entro la data della Conferenza Annuale Sisec.  Al vincitore sarà assegnato un premio di 1.500 Euro.

Il paper vincitore del Premio Sisec-Giovani Ricercatori sarà presentato e discusso in sessione plenaria alla stessa conferenza Sisec in cui viene annunciato. All’articolo vincitore, così come all’eventuale “secondo classificato”, la SISEC rimborserà le spese per la pubblicazione Open Access. I proponenti degli articoli “finalisti/shortlistati” del premio, riceveranno l’iscrizione gratuita per un anno alla SISEC.

Per scaricare il Regolamento: premio Giovani Sisec 2022

———————————————————————————————

[1] L’edizione 2021 del Premio, dedicata a Nicola Negri, ha beneficiato del sostegno economico dei seguenti enti:

Istituto di Ricerca Carlo Cattaneo – Bologna;

Dip. Scienze Sociali e Politiche – Università di Milano;

Dip. Sociologia e Ricerca Sociale – Università di Milano-Bicocca;

Dip. Scienze Politiche e Sociali – Università di Pavia;

Dip. Scienze Sociali ed Economiche -Università La Sapienza Roma;

Dip. Sociologia e Ricerca Sociale – Università di Trento;

Dip. Culture, Politica e Società – Università di Torino;

WWELL (Centro di Ricerca Welfare, Work, Enterprise, Lifelong Learning) – Università Cattolica del Sacro Cuore,

ai quali vanno i nostri ringraziamenti. Il Dipartimento di Pavia ha cofinanziato tre edizioni del premio giovani: 2021, 2022, 2023.

[2] Nel caso in cui fra commissari e candidati ci siano o ci siano stati rapporti di supervisione di tesi di dottorato o esistano attualmente rapporti di colleganza dipartimentale, il commissario si asterrà dall’esprimere un voto e varrà la media dei voti espressi dagli altri commissari. In ogni altro caso di possibile conflitto di interessi, sarà la commissione stessa a giudicare e ad indicare la soluzione da applicarsi al caso specifico.

Posted in Senso News, SISEC News.