Un assegno di ricerca all’Università di Catania

Il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania ha bandito un assegno della durata di 18 mesi nell’ambito del progetto di ricerca “Geography and Social Inequality in Italy: Opportunities and Constraints in Marginal and Central Areas-GESI”, di cui è Responsabile Scientifico il Prof. Maurizio Avola.

L’assegnista dovrà occuparsi dell’impatto dei legami locali e translocali sulle opportunità occupazionali e di mobilità sociale intra e intergenerazionale in Italia, in particolare, con attenzione alle differenze tra aree marginali e aree centrali.

La scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso è fissata alle ore 12:00 di lunedì 29 agosto 2022.

Qui il link al bando.

Un assegno di ricerca all’Università di Genova

Il Dipartimento di Scienze Politiche e Internazionali dell’Università di Genova ha bandito un assegno di ricerca biennale in SPS/07. L’assegnista lavorerà al progetto “Progetto Anziani – Cremona“di cui è responsabile il Prof. Paolo Parra Saiani.  Il progetto mira, tramite survey su campione rappresentativo, a rilevare l’autosufficienza, le competenze tecnologiche, il possesso di tecnologie digitali e la propensione all’utilizzo delle ICT della popolazione over 60 della città di Cremona. Le attività dell’assegnista riguardano la costruzione delle quote campionarie, attività di formazione ai somministratori delle survey, analisi dati quantitativi, realizzazione di interviste e focus group con stakeholders locali, attività di disseminazione e public engagement.

La scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione è fissata alle ore 12:00 di lunedì 29 agosto 2022.

Qui il link al bando.

Un assegno di ricerca all’Università di Milano

Il Dipartimento di Economia, Management e Metodi Quantitativi ha bandito un assegno di ricerca della durata di 3 anni nell’ambito del progetto “Up-skilling for Industry 5.0”, finanziato da Horizon Europe, e centrato sull’analisi del cambiamento tecnologico, delle competenze e del futuro del mondo del lavoro.

L’assegnista farà parte di un gruppo di ricerca interdisciplinario costituito da componenti del Dipartimento di Economia, Management e Metodi Quantitativi e del Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche. L’attività di ricerca del gruppo si concentra sulle nuove modalità di lavoro, sull’utilizzo delle tecnologie digitali, sul significato del lavoro artigiano contemporaneo e sulla gestione delle risorse umane.

La presa di servizio è prevista per novembre 2022.

Per informazioni circa la posizione è possibile contattare la Prof. ssa Maria Laura Toraldo (marialaura.toraldo@unimi.it), il Prof. Marco Guerci (marco.guerci@unimi.it) o il Prof. Luca Solari (luca.solari@unimi.it).

Di seguito, il bando con tutte le informazioni.

Job advert_UPSKILL Project_ Research Fellow_Upskill 20_07_2022[11056]

Un posto da ricercatore alla Fondazione Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci

La Fondazione Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci ha bandito un posto da ricercatore nell’ambito di un progetto finalizzato all costruzione di una “Collezione Attiva Partecipata” (CAP) nel contesto dell’iniziativa MUSTchange. La Collezione Attiva Partecipata (CAP) mira a coinvolgere persone in svantaggio economico e a rischio discriminazione ed esclusione sociale, residenti nell’area della città metropolitana di Milano, in una raccolta di testimonianze (oggetti, documenti, racconti) a partire dal tema “Lavoro e tecnologia nella quotidianità, tra inclusione ed esclusione”.

Il ricercatore si occuperà di curare la costruzione delle relazioni con le comunità di riferimento, raccogliere testimonianze (oggetti, documenti, interviste), catalogarle e supportare il team nella loro condivisione e restituzione pubblica. In particolare, le attività di ricerca riguardano la raccolta e descrizione catalografica dei nuovi oggetti acquisiti per le collezioni del Museo durante la ricerca, la conduzione, registrazione, trascrizione e indicizzazione di interviste per gli archivi del Museo, la collaborazione alla progettazione e realizzazione delle forme di restituzione e condivisione pubblica del progetto e dei suoi esiti, la contribuire alla realizzazione di report, pubblicazioni e altri prodotti connessi al progetto e di una sintesi finale dell’esperienza da cui emergano le possibili buone pratiche.

La scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione è fissata per domenica 21 agosto 2022.

Il contratto inizierà a settembre 2022 e terminerà a giugno 2023.

A questo link si trovano tutte le informazioni.

Expression of interest dell’IGOP (Università Autonoma di Barcellona) per candidati Marie Curie

L’Istituto di Governo e Politiche Pubbliche-IGOP dell’Università Autonoma di Barcellona si propone come istituto ospitante ai candidati al programma post-dottorale Marie Curie nelle seguenti aree di ricerca:

  • Comparative political economy, Politiche sociali comparate, Lavoro & welfare (Dr.ssa Margarita León, Dr.ssa Raquel Gallego, Dr.ssa Lara Maestripieri, Dr.ssa Danislava Marinova)
  • Politiche urbane, governance urbana, New municipalism (Dr. Ismael Blanco, Dr. Ricard Gomà)
  • Governance, valutazione delle politiche pubbliche (Dr.ssa Raquel Gallego, Dr. Ismael Blanco)
  • Pubblica amministrazione e public management (Dr. Xavier Ballart, Dr.ssa Raquel Gallego)
  • Innovazione democratica e democrazia diretta (Dr. Ismael Blanco, Dr. Ricard Gomà)
  • Migrazioni and democratizzazione (Dr.ssa Eva Østergaard-Nielsen)
  • Regolazione, accountability, trasparenza and fiducia nei governi (Dr.ssa Ixchel Pérez)
  • Politiche ambientali, percezione dei rischi e sistemi agroalimentari (Dr. Pep Espluga)

Qui il link alla manifestazione d’interesse dell’IGOP.

Per ogni informazione potete scrivere a Lara Maestripieri: lara.maestripieri@uab.cat

Post-doc alla Pompeu Fabra di Barcellona

Il Dipartimento di Scienze politiche e sociali dell’Università Pompeu Fabra di Barcellona ha bandito una posizione post-doc della durata di 5 anni.

Ai candidati è richiesto il possesso del titolo di dottore di ricerca in una delle seguenti discipline: sociologia, demografia, statistica applicata alle scienze socialie e criminologia. Inoltre, è richiesta esperienza nello studio della marginalità sociale, della povertà adulta e infantile, delle disuguaglianze sociali urbane, delle politiche abitative sociali e di criminologia.

Il vincitore prenderà parte al gruppo di ricerca DemoSoc, gruppo interdisciplinare specializzato nell’analisi sociologica e demografica.

La scadenza per la presentazione della domanda di ammissione è fissata per martedì 31 maggio 2022 alle ore 12.

Qui il link al bando e a tutte le informazioni.

Un assegno di ricerca all’Università Bocconi

L’Università Commerciale “Luigi Bocconi” di Milano ha bandito un assegno di ricerca della durata di due anni nell’ambito del progetto ERC “ExpPov-The Experience of Poverty in the Post-Industrial Economy” coordinato dal Prof. Zachary Parolin.

L’obiettivo principale del progetto ExpPov è fare progressi nella nostra comprensione della misurazione, delle fonti e delle conseguenze della povertà e della disuguaglianza sociale nei paesi ad alto reddito. Il progetto si concentrerà su come la povertà e la disuguaglianza sociale interagiscono col mercato del lavoro, la formazione della famiglia e lo stato sociale utilizzando un mix di fonti di dati primarie e secondarie. All’assegnista è richiesta esperienza nell’applicazione di metodi di ricerca quantitativi per studiare le dinamiche e le dimensioni della povertà e/o della disuguaglianza.

L’assegnista farà parte del Centro di ricerca DONDENA dell’Università Bocconi. L’assegnista prenderà servizio indicativamente il 1 settembre 2022.

La scadenza per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione è fissata per mercoledì 1 giugno 2022.

A questo link è possibile trovare il bando.

Un assegno di ricerca all’Università di Milano-Bicocca

Il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Milano-Bicocca ha bandito un assegno di ricerca annuale per il progetto “Progettazione e sviluppo di un sistema di raccolta dati sui determinati sociali di salute nei quartieri di Milano” di cui è responsabile scientifico il Prof. David Amerigo Benassi. Il progetto è realizzato da un partenariato costituito dalla Università di Milano-Bicocca, dall’Università di Milano, dal Politecnico di Milano e dall’Agenzia di Tutela della Salute della Città Metropolitana di Milano.

Il progetto prevede lo sviluppo di un sistema di raccolta dati sui determinanti sociali di salute, rappresentativi dei quartieri che compongono il Comune di Milano.

L’assegnista si occuperà della raccolta (campionamento, informatizzazione e stesura del questionario CAWI, monitoraggio dell’andamento delle risposte) e dell’analisi dei dati al fine di identificare i fattori di rischio per la salute a livello individuale e territoriale, secondo gli approcci delle disuguaglianze di salute e della salute urbana.

Sono richieste competenze metodologiche nella ricerca quantitativa.

La scadenza per presentare domanda di partecipazione alla selezione è fissata alle ore 12 di venerdì 1 aprile 2022.

Da questo link è possibile scaricare il bando.

Un assegno di ricerca all’Università di Firenze

Il Dipartimento di Statistica, Informatica, Applicazioni “Giuseppe Parenti” dell’Università di Firenze ha bandito un assegno di ricerca della durata di 1 anno, rinnovabile per 6 mesi, nell’ambito del progetto Dinamiche familiari in un mondo del lavoro in mutamento e in condizioni di incertezza”, di cui è responsabile scientifico il Prof. Daniele Vignoli.

L’assegnista tratterà la relazione triangolare tra i cambiamenti del mercato del lavoro, l’incertezza economica, sociale e politica, e le dinamiche familiari. L’assegnista si occuperà anche di come le politiche sociali e familiari possono alleviare, o esacerbare, le possibili conseguenze negative dei cambiamenti del mercato del lavoro sui processi di formazione familiare, e l’impatto diseguale di tali cambiamenti.

La scadenza per la presentazione della domanda per la selezione è fissata alle ore 13 di martedì 29 marzo 2022.

L’assegnista prenderà servizio indicativamente dal 1 maggio 2022.

Il bando si può scaricare da questo link.

Un assegno di ricerca alla Libera Università di Bolzano

La Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano ha bandito un assegno di ricerca nell’ambito del progetto SUWIR-Verso una viticoltura sostenibile: un caso di studio sui vini ottenuti da vitigni resistenti in Alto Adige”, supervisionato dalla Prof.ssa Federica Viganò. L’assegno è di durata di 12 mesi, rinnovabile di altri 11.

All’assegnista è richiesto di svolge attività di ricerca sugli aspetti teorici legati alla transizione sostenibile dei sistemi agroalimentari e di collaborare con la supervisor e con il team di Oenolab per raccogliere dati di tipo qualitativo e quantitativa (survey). L’assegnista di ricerca interagirà inoltre con le parti interessate della filiera vino (cantine e altre aziende), o con altri partner del progetto.

La scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione è venerdì 11 marzo 2022, ore 12. La selezione si svolgerà per titoli e colloquio. Quest’ultimo verterà sull’esperienza scientifica e carriera pregressa del candidato; esperienza scientifica e professionale del candidato in relazione ai contenuti del progetto di ricerca del bando; conoscenza dei metodi di ricerca connessi al progetto di ricerca oggetto del bando.

Qui il link al bando.