Una posizione da Early stage researcher alla Libera Università di Bolzano

Il Consorzio ASTRA-Applying Sustainability Transition Research in Social Work tackling Major Societal Challenge of Social Inclusion ha bandito 15 posizioni per Early stage researcher, di cui una alla Libera Università di Bolzano.

Il Consorzio ASTRA è costiutio da un network di sette università ed offre formazione avanzata nell’ambito delle Azioni Marie Sklodowska-Curie.

Il borsista dovrà svolgere il progetto dal titolo Eco-social innovation and solidarity economy in vulnerable local communities, con supervisori scientifici la Professoressa Susanne Elsen ed il Professor Urban Nothdurfter.

La borsa ha durata triennale e importo annuale di 36 mila euro netti. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per venerdì 11 dicembre 2020. La partecipazione alla selezione è riservata a coloro che non sono ancora in possesso del titolo di dottore di ricerca.

Qui il bando generale e qui il bando per la posizione alla Libera Università di Bolzano.

Due Borse di ricerca all’Università di Torino

Il Dipartimento di Culture, Politiche e Società dell’Università di Torino ha bandito due borse di ricerca della durata di 5 mesi dell’importo di 6.000 euro ciascuna. I borsisti svolgeranno attività di ricerca nell’ambito del progetto “TO-Link: connessioni di comunità, nell’ambito della sperimentazione di azioni innovative di welfare territoriale We.Ca.Re -Anno 2020”.

Le attività di ricerca sono le seguenti: a) monitoraggio e valutazione del sistema complessivo di risorse per l’implementazione delle misure attive di contrasto alla povertà e delle misure passive complementari; b) progettazione e implementazione di azioni finalizzate a costruire e sperimentare un nuovo sistema di governance del welfare cittadino; c) analisi dei bisogni sul territorio, degli interventi di contrasto alla povertà messi in campo e delle loro ricadute; d) monitoraggio del processo di implementazione del Reddito di Cittadinanza (RdC) in una logica di integrazione con le misure locali di contrasto alla povertà e con il sistema di servizi sociali territoriali.

La scadenza per la presentazione della domanda è il 26 novembre 2020 alle ore 12:00.

La selezione per l’assegnazione delle borse è per titoli, curriculum e colloquio.

Qui il link al bando.

Borsa di ricerca all’Università di Padova

Il Dipartimento di Scienze Politiche, Giuridiche e Studi Internazionali (SPGI) dell’Università di Padova ha bandito una borsa di ricerca dal titolo “POLBIS – The Politics and Policy of Basic Income Schemes: lessons from Italian and European cases”.

I compiti del borsista riguarderanno la raccolta, l’analisi e l’elaborazione dei dati relativi ai casi studio della Regione del Veneto, con particolare riguardo ai servizi sociali; effettuazione di interviste e relativa trascrizione; supporto alla preparazione di report di ricerca. Si richiede la disponibilità a effettuare missioni di ricerca. La borsa avrà la durata di 5 mesi ed importo totale di 5.000 euro.

Il Responsabile scientifico del progetto è la Prof.ssa Giorgia Nesti.

La presentazione della domanda di partecipazione scade mercoledì 18 novembre 2020 alle ore 13:00.

Qui il bando con tutte le informazioni.

Un posto da University Assistant (post-doc) all’Università di Vienna

Il Dipartimento di sociologia dell’Università di Vienna ha bandito un posto come University Assistant, che sarà in carica fino all’agosto del 2022. Il vincitore verrà coinvolto nelle attività del progetto “Pathways to the Future – a longitudinal study of the social integration of young people in Vienna” (qui la descrizione del progetto).

Tra i requisiti per l’assegnazione, è richiesto esperienza di ricerca negli ambiti della sociologia della giovinezza, dell’educazione, del lavoro, della disuguaglianza sociale e delle migrazioni. Inoltre, è richiesta la conoscenza dei metodi della ricerca qualitativa e quantitativa per l’analisi longitudinale.

La scadenza della presentazione della domanda di partecipazione è il 16 novembre 2020. La domanda deve essere inviata al Job center dell’Università (qui).

Qui il link al bando.

Due Assegni di ricerca presso l’IRCrES-CNR

L’Istituto di Ricerca sulla Crescita Economica Sostenibile (IRCrES) del Consiglio Nazionale delle Ricerche ha bandito due assegni di ricerca della durata di un anno (rinnovabili per un secondo anno) relativi al progetto “VIP MOVInG – Valutazione degli Incentivi alla Prevenzione. Modelli Valutativi sull’Impatto Generato dai bandi ISI” finanziato nell’ambito del Bando Ricerca in Collaborazione dell’INAIL. Le attività di ricerca si svolgeranno presso la sede dell’IRCrES di Moncalieri (Torino).

La domanda di partecipazione, esclusivamente tramite PEC dovrà essere inviata entro le ore 12 del 16/11/2020. Per coloro che verranno ammessi, il colloquio si svolgerà in via telematica il giorno 24/11/2020 alle ore 10.30.

I profili ricercati sono:

Profilo 1: Economia pubblica, regolamentazione  e settori di pubblica utilità, con Aree di competenza: regolamentazione, settori di pubblica utilità, beni pubblici, sicurezza. Si propone un progetto di ricerca sulla valutazione di politiche e regolamentazioni nel campo della sicurezza e di settori di pubblica utilità.

Qui il primo bando.

Profilo 2: Analisi economica di tipo quantitativo e valutazione, con Aree di competenza: analisi econometriche, analisi statistiche applicate all’economia. Si propone un progetto di ricerca sulla valutazione di politiche, in particolare nel campo della sicurezza

Qui il secondo bando.

Assegno di ricerca all’Università di Trento

Il Dipartimento di Economia e management dell’Università di Trento ha bandito un assegno di ricerca post dottorato all’interno delle attività del progetto Lavoro-Impresa-Welfare nel XXI secolo (LIW), coordinato dal Prof. Paolo Barbieri.

Il bando scade mercoledì 11 novembre 2020.

Qui l’avviso ed il bando con tutte le informazioni.

RTD-B alla Sapienza di Roma

Il Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche della Sapienza ha bandito un posto per ricercatore a tempo determinato di tipo B.

L’attività di ricerca prevista riguarderà i cambiamenti sociali del lavoro e di relazioni industriali. Al candidato è richiesto di saper elaborare dati quantitativi relativi agli atteggiamenti e alle domande dei lavoratori, anche in riferimento alle capacità e al ruolo delle organizzazioni di rappresentanza.

L’attività didattica richiesta è di minimo 72 e massimo 120 ore nei corsi di laurea sociologici del Dipartimento di Scienze Sociali ed Economiche.

La scadenza per partecipare alla selezione è stata fissata alle ore 23:59 del 5 novembre 2020.

Il bando è consultabile qui.

Tre Assegni di ricerca alla Scuola Normale Superiore di Pisa

La Scuola Normale Superiore di Pisa ha bandito tre assegni di ricerca su temi collegati all’attuale pandemia di Covid-19. Gli assegni hanno durata di un anno e retribuzione lorda di 25.000 euro. La scadenza della domanda di partecipazione è il 15 ottobre 2020. Tra i criteri per l’ammissione alla selezione si chiede di “avere svolto una documentata esperienza di ricerca post-laurea di durata almeno triennale” negli ambiti scientifici delle scienze politiche, economiche, o sociali.

Il primo assegno ha titolo “Dopo la pandemia di coronavirus. Gli effetti delle emergenze sanitarie su società e saperi”, sotto   la direzione dei responsabili scientifici Prof.ssa Donatella Della Porta e Prof. Silvio Pon. Qui il bando.

Il secondo assegno ha titolo “Dopo la pandemia. Brevetti sui farmaci, vaccini e controllo dei dati sanitari: ricerca, strategie d’impresa, politiche nazionali, regole internazionali” con responsabile scientifico il Prof. Mario Pianta. Qui il bando.

Il terzo assegno ha titolo “Il sistema scientifico nei paesi emergenti: ricerca, flussi di ricercatori, cooperazione scientifica internazionale” e responsabile scientifico Prof. Stefano Marmi. Qui il bando.

Postdoctoral Research Position alla Cornell University

Il Department of Science & Technology Studies (STS) della Cornell University, insieme al Judith Reppy Institute for Peace and Conflict Studies, ha bandito una postdoctoral research position della durata di 1 anno (rinnovabile) a partire da giugno 2021, all’interno del progetto “Enacting Cybersecurity Expertise” supervisionato dalla Principal Investigator Rebecca Slayton.

Il bando è riservato ai possessori di titolo di dottorato nelle materie scienze e tecnologia, antropologia, sociologia, storia, e scienze dell’informazioni conseguito a partire dall’agosto 2017 e a coloro che lo conseguiranno entro giungno 2021.

La call scade il 2 novembre 2020 alle ore 6.

Maggiori informazioni a questo link.

Assegno di ricerca al Politecnico di Milano

Il Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano ha bandito un assegno di ricerca della durata di 1 anno (rinnovabile per un altro anno).

Le attività dell’assegnista si collocheranno nell’ambito del progetto PRIN “Rising inequality and the social insecurity of the middle class: measures, drivers, policies“, che studia la crisi del ceto medio in Italia e in Europa, in particolare, focalizzandosi sulla diffusione dell’insicurezza sociale, intesa come esposizione al rischio di perdita di reddito o come vulnerabilità finanziaria. L’assegnista verrà inserito nel Laboratorio di Politiche Sociali coordinato dal Prof. Costanzo Ranci.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 19 ottobre 2020.

La competenza nei metodi quantitativi è un requisito fondamentale. Il possesso di un dottorato in scienze sociali o economiche, nonché la familiarità con l’analisi di set di dati come EU-SILC e / o Indagine sui bilanci delle famiglie italiane (Banca d’Italia), costituiscono titolo di preferenza. Per partecipare alla selezione è richiesto il possesso del titolo di Dottore di Ricerca.

Il bando è scaricabile qui.